Coperture in PVC, sistemi di copertura estremamente variabili e versatili

Le coperture in PVC sono sistemi di copertura da esterni estremamente versatili. Ne troviamo di diverse tipologie e diversi gradi di robustezza e il loro impiego è molto più ampio di quanto si pensi. Troviamo coperture in PVC in esterni, in giardini, in appezzamenti di terreno coltivati… un solo materiale per molte funzioni.

PVC, un materiale poliedrico

PVC è la sigla che sta per cloruro di polivinile e identifica un materiale termolplastico di origine prevalentemente naturale. Il PVC è infatti costituito per il 57% da sale e per il 43% da petrolio. Tra le caratteristiche più interessanti di questo materiale troviamo la resistenza agli acidi e all’attacco di microrganismi, peculiarità che lo rendono uno dei materiali privilegiati per le coperture da esterni.

Le coperture in PVC sono, infatti, tra i più diffusi sistemi di riparo da esterni poiché uniscono versatilità, basso costo, resistenza e facilità di manutenzione. Se si pensa a come costruire una tettoia in tempi rapidi e senza eccessivi costi, si immagina una struttura in PVC.

Le tipologie di coperture in PVC

Abbiamo accennato prima a come costruire una tettoia induca a propendere per una soluzione rapida, indirizzandosi verso strutture in PVC. Ma il costruire una tettoia è solo uno degli aspetti di questo materiale che si declina in molteplici tipologie di coperture: dalle tettoie alle serre, passando per strutture che prevedono teli in PVC per coperture, vediamo quali sono le tipologie più diffuse di coperture in PVC.

  • tettoie in PVC: le tettoie in PVC sono strutture semplici, fissate alla parete mediante appositi ganci con la funzione di riparo. La struttura può essere interamente in PVC oppure avere una base metallica e la copertura in PVC ad alta resistenza e di vari colori.
  • strutture mobili: elementi con un’anima metallica che presentano una estrema facilità e rapidità di montaggio. Sono nella maggior parte dei casi corredati di teli in PVC per coperture movibili.
  • prefabbricati: sono coperture in PVC già pronte, trasportate in loco e immediatamente fruibili.
  • telonature: la gamma delle coperture in PVC comprende anche i teli in PVC per coperture, di dimensioni variabili, si prestano a molteplici usi sia in combinazione con strutture in PVC, sia come elementi singoli di copertura flessibile.
  • ibride: tra le coperture in PVC troviamo poi dei sistemi ibridi, cioè strutture piuttosto complesse e ampie che vengono montate su una gettata in calcestruzzo.

Coperture in PVC, ambiti di utilizzo

Data la succitata varietà di tipologie, è facile intuire che le coperture in PVC non trovano applicazione solo nella sezione “come costruire una tettoia”, ma si prestano ai più svariati ambiti. In primo luogo l’edilizia, dove troviamo principalmente tettoie e sistemi mobili o ibridi da giardino. L’ambito agricolo fa un uso delle coperture in PVC estremamente pratico e funzionale: data la facilità di montaggio le coperture in PVC mobili, esse diventano spesso spazi di ricovero per macchinari, sementi e fieno.

Ma le strutture in PVC, per la loro natura versatile, si adattano anche a situazioni temporanee dal carattere più disparato: dalla semplice festa all’aperto fino a ricevimenti, passando per strutture di fortuna in luoghi di disastri e manifestazioni sportive di vario genere, le coperture in PVC e i teli in PVC per coperture sono elementi che uniscono pragmaticità e fruibilità in ogni ambito di applicazione.

Richiedi informazioni:





Nome*

Cognome*

La tua email*

Tipologia Utente*

Città*

Numero di telefono

Scrivi la tua richiesta*

Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Coperture in PVC, sistemi di copertura estremamente variabili e versatili