Come scegliere la carta da parati: tipologie fantasie e colori per ogni situazione

Che siate tipi romantici, nostalgici, geometrici, ironici, hipster o barocchi, di certo esiste la carta da parati giusta per voi. Un infinito universo di colori, fantasie e finiture che permetteranno di cambiare volto alla vostra casa. Sì, ma in un contesto così ampio è difficile scegliere... cerchiamo di mettere un po’ di ordine e di schiarirci le idee.

Come scegliere la carta da parati: la caratterizzazione e "l'umore" dell'ambiente

Negli ultimi quattro- cinque anni il mondo dell'arredo di interni è tornato ad interessarsi in maniera considerevole alla carta da parati. Scordatevi i salotti delle zie imbottiti di rose e fiorellini e le stanze delle nonne tutte a righe marroni e trite fantasie geometriche: adesso la carta da parati è diventata materia per designer e progettisti di tutto rispetto. E per fortuna. Perché poche finiture sono in grado di imprimere carattere e arredare come la carta da parati. Il problema, a questo punto, sta nel come scegliere la carta da parati adatta alle esigenze di ciascuno di noi. Prima di porci il problema di come scegliere la carta da parati, è necessario fare un passo indietro e provare a guardare l'arredo della stanza nel suo insieme. In primo luogo va chiarito che mood, umore, vorremmo far vibrare in una stanza: romanticismo, allegria, serenità, eclettismo, austerità... sì, la carta da carati si sceglie prima "di cuore" e poi si aggiusta il tiro "di testa". A quest aspetto che potremmo definire emotivo, si aggiunge la regola spaziale che vale sempre e in ogni situazione:

  • tinte chiare: luminosità, ariosità e tendono a far sembrare gli ambienti più spaziosi.
  • tinte scure: introspettive, affascinanti e meditative e tendono a conferire agli ambienti un aspetto più intimo e racchiuso 

A questo si aggiunge la dimensione della fantasia della carta da parati:

  • disegni ampi: tendono a rimpicciolire la stanza,
  • fantasie più minute: creano un pattern che amplifica la superficie e allo stesso tempo la rende più densa.

Come scegliere la carta da parati: le diverse finiture e tipologie in relazione all'ambito di applicazione

Come scegliere la carta da parati mette in connessione lo stile di fondo della casa con le esigenze di ogni ambiente. Per questo è bene conoscere i diversi tipi di carta da parati per poi metterli in relazione alla funzione dell'ambiente in andranno applicati. I tipi di carta da parati si distinguono sostanzialmente per il materiale di cui si compongono i principali tipi di carta da parati sono quattro:

  • carta da parati in vinile: tra i vari tipi di carta da pararti questo è sicuramente il più robusto e facile da pulire. In materiale resistente all'acqua si adatta anche ad ambienti umidi come il bagno e la cucina. Se ne consiglia un uso in combinazione con intonaco tradizionale poiché è scarsamente traspirante.
  • carta da parati in tnt: la carta da prati in tnt (tessuto non tessuto) è resistente e lavabile. Mantiene i colori inalterati nel tempo e si trova anche con finiture superficiali in rilievo come damascati,lavorazioni a trama lucida e granature di diversa consistenza.
  • carta da parati in carta: delicatissima. Se ne sconsiglia l'uso poiché soggetta a facile deterioramento. Non tollera umidità né sfregamenti.
  • carta da parati in fibra naturale: cotone, lino, juta, canapa, bambù, sughero, pelle e la raffinatissima seta sono tutte finiture naturali per la carta da parati che può essere stampate e dipinte e mano e si prestano a infinite varianti, combinazioni e personalizzazioni. 

Applicare la carta da parati: un gioco da ragazzi... o forse no?

Dopo una breve panoramica sui diversi e numerosi tipi di carta da parati passiamo alla fase operativa. Come si fa ad applicare la carta da parati? Sembra facile: un rotolo di carta, una parete e un barattolo di colla specifica. Le cose sono più complesse di quanto si immagini. Ad esempio avete scelto una fantasia geometrica, dovete far combaciare i disegni. Operazione apparentemente banale ma che diventa un po' più articolata quando si tratta di applicare la cara da parati che viene venduta a rotoli di larghezza variabile...E poi la colla. Per applicare la carta da parati va usata una colla specifica che permetta una diluzione relativa, non scivoli e allo stesso tempo dia la possibilità di perfezionare l'incollaggio. Un buon consiglio quando si tratta di applicare la carta da parati è di prenderne una di buona, buonissima qualità. In primo luogo per la resa nel tempo e in seconda battuta perché a miglior resistenza e fattura corrisponde maggiore facilità di montaggio. E se dopo essersi cimentati nella carta da parati ne avanza un po'? Le applicazioni della carta da parata sono numerose, una fra tutte il découpage di elementi d'arredo. Un tocco di colore in tono con il mood della casa e anche un vecchio armadio acquista nuova personalità.

Richiedi informazioni:





Nome*

Cognome*

La tua email*

Tipologia Utente*

Città*

Numero di telefono

Scrivi la tua richiesta*

Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Come scegliere la carta da parati: tipologie fantasie e colori per ogni situazione

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *