Come restaurare il legno: scegliere le vernici per legno più adatte

Il ripristino dei mobili, il come restaurare il legno, è uno degli aspetti più affascinanti del recupero edile: che si tratti delle vecchie travi del tetto della casa in campagna, di un portone di ingresso o del tavolo su cui abbiamo fatto i compiti da bambini, ogni legno ha una specifica natura e una specifica funzione che dobbiamo rispettare ed esaltare. Vediamo insieme come.

Vernici per legno, dal colore alla protezione.

Come restaurare il legno, considerazioni preliminari

I mobili in legno, specialmente se di pregio, sono materia complessa che richiede una certa dimestichezza ed esperienza nel recupero e nel restauro delle superfici. In primo luogo va valutato lo stato della superficie: se si ha a che fare con un trattamento di finitura a cera o a vernice e in quale stato di degrado si trova. Una volta appurata l’entità del lavoro è bene procurarsi degli attrezzi base; imprescindibili per fare un buono lavoro sono:

  • elementi per la ripulitura: sverniciatore o trementina
  • per la levigatura: carta vetrata di grana mediamente fina e fina
  • per il ripristino della superficie: stucco per legno dello stesso colore del legno
  • per le finiture: spatole e pennelli piatti o rulli per vernice in gomma
  • per protezione e finitura: vernici per legno

Ripulitura e sverniciatura del legno

Su come restaurare il legno esistono molte informazioni, alcune più tecniche e altre più generiche, in ogni caso la prima operazione da fare è quella di approcciarsi alla sverniciatura del legno. Se il legno è stato trattato a vernice sarà necessario passare uno sverniciatore, se è stato trattato a cera useremo la trementina. Per la sverniciatura del legno si consiglia uno sverniciatore liquido ma se la superficie è particolarmente porosa si può ricorrere all'uso della levigatrice, avendo cura di non intaccare mai la superficie del legno. A questo punto avremo a che fare con una tavola nuda che, probabilmente, presenterà delle crepe o delle piccole mancanze: è il momento dello stucco e della levigatura così da avere una superficie regolare.

Per la sverniciatura del legno si consiglia uno sverniciatore liquido.

Vernici per legno, dal colore alla protezione

Il rispetto dell’ambiente e dei materiali ci porta sempre più spesso a scegliere vernici a base acquosa, questo per due motivi: sono vernici per legno atossiche e possono essere usate anche in casa, essendo a base naturale hanno un impatto meno gravoso sulla superficie lignea da trattare e ne rispettano maggiormente le caratteristiche. Se le fasi preliminari si concentravano su come restaurare il legno dal punto di vista “strutturale”, suggerendo stuccature e levigature per ricomporne le fattezze originali, qui vediamo quali sono i migliori prodotti per conservarlo e rendere i nostri lavori gratificanti dal punti di vista estetico. Se si opta per una verniciatura colorata e si vuole evitare che il colore impregni direttamente il legno, si può passare una mano di cementite a grana finissima leggermente diluita e avere la cura di rimuovere con carta vetrata leggerissima le piccole impurità della superficie. A questo punto si passa alla stesura di una prima mano di vernici per legno, cui ne farà seguito una seconda ed eventuali altre fino alla copertura desiderata. Se invece si vuole mantenere il colore del legno si possono usare vernici ad acqua impregnanti, vernici che lasciano i pori del legno aperti, che sono semitrasparenti e lasciano vedere la natura del legno sottostante, intervenendo sulla sfumatura di colore: dalla trasparenza totale fino a sfumature intense nei colori del noce e del testa di moro. Tenendo conto che le vernici per legno ad acqua hanno tempi di asciugatura che vanno dalle 24 alle 36 ore, è bene prendersi il tempo necessario per portare a termine un lavoro ben fatto.

Richiedi informazioni:





Nome*

Cognome*

La tua email*

Tipologia Utente*

Città*

Numero di telefono

Scrivi la tua richiesta*

Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Come restaurare il legno: scegliere le vernici per legno più adatte