Come dividere una stanza usando porte scorrevoli in vetro

Ci si trova spesso nella situazione di voler separare uno spazio senza però volerlo dividere. Un paradosso? Forse, ma è una delle situazioni più frequenti quando si mette mano alla ripartizione degli ambienti di casa. Per questo tipo di interventi spesso si fa ricorso a porte scorrevoli in vetro che separano senza mai dare la sensazione di chiusura come accade invece con tramezzi tradizionali.

L'illuminazione degli ambienti: il caso della zona giorno

La luce, si sa, è forse una degli elementi che più influenza la qualità del nostro abitare. Una stanza luminosa e ben areata è salubre e piacevole dal punto di vista estetico. A volte però, specialmente durante i lavori di ristrutturazione, si rende necessario modificare la geometria della stanza affinché l'illuminazione sia davvero ottimale. Questo accade soprattutto in appartamenti e abitazioni costruite a cavallo tra gli anni '60 e '80, quando era abitudine tenere ogni ambiente rigidamente sconnesso da un altro, il tipico caso della cucina piccola e stretta che è accanto a una sala da pranzo che è accanto al tinello. Tutte stanze adiacenti ma chiuse. La tendenza attuale, invece, è quella di rendere gli spazi quanto più fluidi possibile, con spazi ampi e connessi. Rimane, però, specialmente nella zona giorno, il problema della cucina che deve sì, essere ampia e funzionale, ma spesso è necessario che sia chiusa per evitare che gli odori di cucinato si propaghino per tutta la casa. Che fare? Come dividere una stanza con queste caratteristiche? 

Soluzioni per dividere gli ambienti domestici: le porte scorrevoli in vetro

Quando ci si chiede come dividere una stanza, la prima cosa di cui tenere conto è la presenza o meno di punti di luce naturale: una stanza senza finestre può essere un buon ripostiglio, magari un buon bagno ma nulla di più. Come dividere una stanza, inoltre dipende anche dal tipo di funzione che ad essa dobbiamo attribuire, ad esempio una cucina è bene che si collochi nella zona giorno, possibilmente a ridosso del luogo in cui si consumano i pasti, così come la porta di una cabina armadio non è bene che sia collocata nella parete della testata del letto. Come si sarà intuito, tra le migliori soluzioni per dividere ambienti domestici di questo tipo, troviamo le porte scorrevoli in vetro. Le porte scorrevoli in vetro sono un prezioso strumento che amplia le possibilità sul come dividere una stanza poiché permettono alla luce di filtrare da un ambiente all'altro, creando l'impressione di uno spazio continuo, luminoso e confortevole. Inoltre, grazie alla loro scarso ingombro consentono di sfruttare al meglio ogni angolo delle stanze, permettendo anche una maggiore libertà nella disposizione degli arredi. Come dividere una stanza, con un pizzico di creatività e di buongusto, non è più un problema nella gestione dello spazio ma, anzi, un'opportunità per arricchire la casa di interessanti e funzionali elementi d'arredo.

Le porte scorrevoli in vetro, le principali caratteristiche

Una volta trovata risposta al problema di come dividere una stanza e mantenere o migliorare la sua naturale illuminazione, optando per l'utilizzo delle porte scorrevoli, è bene conoscere le caratteristiche principali di questi complementi d'arredo tanto versatili quanto funzionali. In primo luogo, le dimensioni. Le porte scorrevoli in vetro si possono trovare di dimensioni standard, un classico 90x220, oppure di dimensioni maggiori, con moduli che raggiungono anche i 150 cm di larghezze e i 290 di altezza. Oltre questi parametri il vetro diventa un materiale difficile da trattare e si preferisce usare elementi modulari piuttosto che rischiare sull'effettiva resistenza di lastre troppo grandi. Altro aspetto da considerare quando si usano porte scorrevoli come soluzioni per dividere gli ambienti, è rapporto anta-muro: ossia anta che rientra nella muratura oppure scorre lungo essa. La prima soluzione è consigliabile se si ha intenzione di riposizionare una parete ex novo, cioè di fare una nuova tramezzatura. Le porte scorrevoli in vetro a scorrere lungo la muratura invece, sono soluzioni che si prestano per grandi vetrage, ossia per intere partizioni vetrate. Una soluzione di sicuro effetto scenico che però non consente di appoggiare mobili lungo il percorso di scorrimento delle ante. 

Richiedi informazioni:





Nome*

Cognome*

La tua email*

Tipologia Utente*

Città*

Numero di telefono

Scrivi la tua richiesta*

Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Come dividere una stanza usando porte scorrevoli in vetro