Classe energetica B: valori e requisiti per ottenerla

Per molto tempo nel nostro paese abbiamo costruito a ritmi elevatissimi. Soprattutto nella seconda metà del ‘900, in occasione della ricostruzione postbellica e durante i boom economici degli anni ’60 e ’80, sono stati realizzati moltissimi edifici di cui buona parte ad uso abitativo.
Purtroppo, in questi anni non esisteva ancora una sensibilità ambientale sufficientemente sviluppata in termini di sostenibilità. Motivo per cui gli edifici costruiti, nei quali per la maggior parte tuttora viviamo, sono energeticamente mal pensati e necessitano intervento massiccio di riscaldamento e raffrescamento in inverno ed estate.
Per questi motivi abbiamo accresciuto oggi uno sguardo d’interesse su questi temi e sentiamo spesso parlare di classi energetiche; sia in in generale sia nel particolare, come per esempio la classe energetica B.
Vediamo di cosa si tratta con particolare attenzione a tale specifica classe: un obiettivo possibile a cui tendere.

Classe energetica: cos’è e a cosa serve

Ogni casa è progettata e realizzata a modo suo. E proprio per questo motivo ogni casa risulterà più o meno fredda in inverno o surriscaldata in estate. I fattori che influiscono sono molteplici in verità. È sbagliato pensare che un solo aspetto sia determinante. Bensì un insieme di dati concorrono al risultato finale. Vediamoli assieme.

  • Uno spazio abitativo interamente rivolto a nord, soffrirà maggiormente in inverno che in estate.
  • Uno spazio abitativo rivolto interamente a sud, invece, incorrerà nel surriscaldamento estivo con più facilità.
  • In generale, se viviamo in un appartamento all’interno di un condominio e siamo circondati da altri appartamenti, siamo più tutelati dai picchi di temperatura esterna, sia in estate sia in inverno.
  • Vivere al piano terra può darci il beneficio di maggior fresco in estate, ma anche di maggior umidità.
  • Generalmente gli ambienti sottotetto fanno sentire molto il caldo.
  • Infine, sottolineiamo che una costruzione mal progettata per fini energetici e mal isolata, accuserà indipendentemente da tutto sia caldo sia freddo.

Gli elementi sopra esposti portano alla definizione di classe energetica, la quale dipende in buona sostanza da quanto una casa consuma per essere mantenuta ad una temperatura vivibile durante l’anno. Quindi, di fatto, la classe energetica ha un riscontro diretto in termini economici, ma è un indicatore anche del peso che l’immobile ha sull’ambiente. Maggior riscaldamento significa maggior inquinamento.

classe energetica a cosa serve

Classi energetiche valori: quanto consuma ogni classe energetica?

Vediamo assieme quindi come si sono definite le classi.

  • Classe energetica A: consumo energia minore di 30 KWh/mq annui.
  • Classe energetica B: consumo energia dai 31 ai 50 KWh/mq annui.
  • Classe energetica C: consumo energia dai 51 ai 70 KWh/mq annui.
  • Classe energetica D: consumo energia dai 71 ai 90 KWh/mq annui.
  • Classe energetica E: consumo energia dai 91 ai 120 KWh/mq annui.
  • Classe energetica F: consumo energia dai 121 ai 160 KWh/mq annui.
  • Classe energetica G: consumo energia maggiore di 160 KWh/mq annui.

L’indice in questione si serve dell’unità di misura della potenza W, dell’unità di misura del tempo ora e anno e del metro quadrato. Di fatto il consumo di potenza nel tempo indica l’energia. Il metro quadrato si riferisce alla superficie della casa. Quindi la classe energetica fa riferimento all’energia consumata per ogni metro quadrato di abitazione nel corso di un anno.

Gran parte del patrimonio italiano può facilmente risultare in classi G ed F.
Queste sono cattive classi e indicano alti consumi: pertanto alte bollette e consistente impatto ambientale.
Per poter costruire edifici abitativi nuovi o recuperare edifici esistenti ottenendo classi energetiche alte come la B o la A è necessario intervenire sotto molti aspetti. Non dimentichiamo peraltro che la direttiva europea 2010/31/Ue del 19.05.2010, richiede agli stati membri dell’Unione la costruzione e ristrutturazione di immobili volte al raggiungimento di consumo energetico prossimo allo zero.

Come ottenere classe energetica B

Vediamo quindi con specificità la classe energetica B, un obiettivo di alto livello cui mirare, e conosciamo come è possibile raggiungerlo. I suoi consumi sono davvero bassi e quindi ben sostenibili per le nostre tasche e per l’ambiente.

Sia nel caso di edifici nuovi sia di ristrutturazioni valgono le seguenti indicazioni:

  • L’involucro deve essere massimamente isolato: è consigliabile quindi soprattutto per edifici esistenti la realizzazione di un cappotto termico ben fatto.
  • Gli infissi devono essere a taglio termico: per cui telai ben isolati, vetri con doppia camera e basso emissivi.
  • Il solaio di copertura va necessariamente isolato: è da qui infatti che il calore del riscaldamento invernale trova la sua fuga verso l’alto.
  • Vanno installati pannelli solari per la produzione di acqua calda ad energia zero.
  • Sono da installare pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica pulita: qualora questa eccedesse le nostre necessità può essere ceduta alla rete a nostro favore.
classe energetica b pannelli solari

Classe energetiche edifici e classe energetica elettrodomestici

Le ultime considerazioni le spendiamo sulla differenza tra la classe energetica degli edifici e la classe energetica degli elettrodomestici. Molto spesso di sente fare confusione a tale riguardo.
Di fatto, in termini puramente concettuali, non vi è scostamento fra i due: in entrambi i casi infatti trattasi di quanta energia viene consumata durante la loro vita e il loro utilizzo. Certo è però importante ricordare che per gli elettrodomestici il riferimento è al loro funzionamento e niente più, senza connessione alcuna all’edificio!

Richiedi informazioni:





Nome*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Classe energetica B: valori e requisiti per ottenerla

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *