Arredamento di riciclo per il giardino, idee e spunti per un riciclo creativo

Sfogliando le riviste ci si imbatte frequentemente in immagini di giardini che sfruttano arredamento di riciclo per creare sedute, tavoli e arredi di vario genere. Riciclare, oltre ad essere una buona pratica, è un modo divertente per mettere alla prova le capacità creative di ciascuno di noi. Con alcune semplici regole di base è possibile creare oggetti originali e a costo quasi zero.

Arredamento di riciclo, un trend inarrestabile

L’arredamento di riciclo negli ultimi anni si sta affermando come trend in tutto il mondo. Forte della capacità e facilità di condivisione di idee, il web è lo strumento principale attraverso cui l’ arredamento di riciclo e, in senso più ampio, l’idea di arredare casa fai da te trovano inesauribile fonte di ispirazione. Uno degli spazi che meglio si presta per arredare casa fai da te e per applicare gli spunti creativi dell’arredamento di riciclo è il giardino. Uno spazio che permette una certa flessibilità e in cui l’arredo di riciclo non è continuamente sottoposto a sollecitazione come potrebbe accadere, ad esempio, alle sedute del salotto di casa.

Questo fatto ci permette di dare spazio anche a sperimentazioni curiose e particolarmente originali. Arredare il giardino affidandosi alla propria creatività è un ottimo modo per coniugare due importanti aspetti che si tengono in considerazione quando si tratta di arredare casa fai da te: i costi e la possibilità di personalizzare all'infinito i nostri oggetti per l’arredamento di riciclo. Unire l’utile al dilettevole è la prima regola per chi si appresta a cimentarsi nel non sempre facile compito di arredare il giardino usando materiali di riciclo.

Arredare il giardino con il riciclo creativo: i materiali più diffusi

Riciclare significa dare nuova vita e funzione a elementi e materiali dismessi. Per questo è importante conoscere quali sono le categorie più diffuse e più facilmente lavorabili nell'ambito del riciclo creativo.

  • I legni: ne esistono di numerose tipologie, dalle vecchie persiane fino ai legni recuperati in riva al mare. E’ importante conoscerne le caratteristiche essenziali e anche saperne verificare l’effettiva resistenza: inutile investire tempo ed energie in un legno troppo malandato che potrebbe compromettere l’intero lavoro. La lavorazione del legno necessità di una serie di strumentazioni di base tra cui i principali elementi sono: levigatrice, carta vetrata, avvitatore, seghetto alternativo, viti, trapani, impregnanti e vernici.
  • I metalli: affascinanti ma difficili da lavorare, poiché per modificarne la forma richiedono strumenti specifici che solo i bricoleur più esperti sanno utilizzare. I metalli usurati, inoltre, hanno necessità di trattamenti superficiali che permettano loro di stare all'aria aperta senza ulteriori danneggiamenti.
  • Plastica: anche qui vanno fatti degli interventi specifici. Si possono trovare specifici collanti che permettono l’assemblaggio di parti, ma il taglio va fatto con strumenti ad hoc. Eccezione fanno i copertoni delle gomme, versatili e duttili diventano spesso fioriere facili da realizzare.

Idee per arredare il giardino, proposte di intervento

Arredare la casa fai da te è stimolante, ma nello specifico, che cosa posso inventarmi per avere un arredamento di riciclo per il giardino? Arredare il giardino significa essenzialmente tre cose: creare sedute (sedie, panche, divani), creare appoggi (tavoli), creare sistemi di ombreggiatura.

  • le sedute: i più diffusi sistemi di seduta in materiale di riciclo sono quelli creati con i pallet di legno. Facili da reperire e da trattare sono moduli componibili versatili e pratici da assemblare
  • tavoli: per arredare il giardino con un tavolo è sufficiente avere a disposizione un pianale in legno, ad esempio una vecchia porta e dei sistemi di appoggio in legno o ferro. Un trattamento superficiale che lo renda stabile agli agenti atmosferici è la finitura ideale.
  • fioriere: l’arredamento di riciclo trova spazio nella creazione di fioriere, che siano composte di assi di legno o vecchie gomme, basterà della vernice da esterni per adattarle ad ogni tipo di stile di arredo da esterni.
  • ombra: creare ombra è una delle necessità più pressanti di chi si appresta ad arredare casa fai da te, con preciso interesse per le aree scoperte del nostro spazio domestico. In questo caso una struttura metallica, si pensi alle vecchie scaffalature, debitamente supportata è la base ideale per creare piccole verande facilmente removibili. Se poi avete anche una vecchia tenda che non si intona più con il vostro stile per gli interni il gioco è fatto.

Richiedi informazioni:





Nome*

Cognome*

La tua email*

Tipologia Utente*

Città*

Numero di telefono

Scrivi la tua richiesta*

Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Arredamento di riciclo per il giardino, idee e spunti per un riciclo creativo