Agevolazioni costruzione prima casa: cosa c’è da sapere

La casa costituisce per noi Italiani un valore assoluto: punto di riferimento, senso di accoglienza, luogo di affetti, meta ambita.
Molti di noi avranno nella loro mente ben chiaro il ricordo dei nostri genitori che, con sacrificio e dedizione, hanno lavorato sodo per pagare il mutuo col quale hanno acquistato la casa dove noi siamo cresciuti.
Oggi, forse, è il nostro turno e siamo in procinto di affrontare quest’avventura. Chissà, forse già da tempo stiamo sognando il progetto perfetto che ci rispecchi a pieno oppure stiamo cercando una casa da acquistare e ristrutturare.
Vediamo quindi assieme le agevolazioni costruzione prima casa di cui possiamo godere: quali sono le condizioni da rispettare e quali errori possono metterci a rischio di perderle.

Agevolazioni costruzione prima casa: le proposte dell’agenzia delle entrate

Abbiamo già considerato in passato il tema delle agevolazioni fiscali “Agevolazioni fiscali ristrutturazione: quando e come usufruirne”. Oggi vediamo assieme quel che c’è da sapere sulla costruzione della prima casa, informazioni peraltro valevoli anche per l’acquisto della prima casa. Innanzitutto vi diamo un consiglio. Dopo aver letto questo articolo potete cercare il plico dell’Agenzia delle Entrate facilmente rintracciabile e scaricabile da internet. Esso costituisce materiale affidabile e aggiornato.

Certo la sua lettura non è immediata poiché si tratta di un documento piuttosto consistente. Pertanto prima di tutto, se siete interessati a tale argomento, continuate la lettura di questo articolo per chiarirvi le idee.

agevolazioni costruzione prima casa
Mapei – Mapethermr Flex RP – 800×110

Quali agevolazioni per la costruzione di una casa nel 2017?

Esponiamo con sintesi e puntualità i concetti salienti, così da non perderci nei meandri della materia fiscale!

I vantaggi usufruibili sono:

  • Riduzione dell’IVA dal 22% al 4% -imposta sul valore aggiunto- per tutti contribuenti che acquistano casa direttamente dall’impresa costruttrice.
  • L’imposta ipotecaria è di fatto una spesa che sosteniamo per il fatto che avvengono delle formalità di trascrizione degli atti e dei documenti presso le conservatorie in relazione all’acquisto avvenuto, vale a dire alla nostra venuta in possesso di un immobile. Normalmente, l’imposta ipotecaria è pari al 2% del valore dichiarato dell’immobile e comunque minimo 200 €. Per la prima casa è fissa sui 200 €.
  • L’imposta catastale è invece connessa alla voltura, e quindi anche in questo caso ha che fare con l’acquisto della casa. Essa vale genericamente l’1% del valore dell’immobile ma nel nostro caso si ferma anch’essa a 200 €.
    I contribuenti che acquistano prima casa o la costruiscono hanno diritto alla detrazione dalla loro IRPEF –imposta sul reddito fisico della persona- del 19% del valore degli interessi passivi da pagare sul mutuo. Tale 19% va calcolato su un importo massimo di 2582.28 € annui massimi.

Le condizioni da rispettare per usufruire di agevolazioni

Per godere di tali privilegi sono necessarie alcune condizioni. La casa deve essere non di lusso e quindi deve rientrare in una delle seguenti categorie catastali:

  • A2 abitazioni di tipo civile
  • A3 abitazioni di tipo economico
  • A4 abitazioni di tipo popolare
  • A5 abitazioni di tipo ultrapopolare
  • A6 abitazioni di tipo rurale
  • A7 abitazioni in villini
  • A11 abitazioni e alloggi tipici dei luoghi
  • C2 cantine, sono incluse come pertinenze
  • C6 box auto come sopra
  • C7 tettoia come sopra
  • La residenza dell’acquirente deve essere nello stesso comune di ubicazione dell’immobile, o comunque essa deve essere presa nel medesimo comune in questione entro 18 mesi dall’atto
  • L’acquirente non deve possedere un altro immobile nel medesimo comune
  • L’acquirente non deve aver già usufruito precedentemente di tali agevolazioni
agevolazioni costruzione prima casa

I vantaggi per i giovani

Oggi per i giovani under 35, in coppia o single, valgono ulteriori tutele. Infatti è stato istituito il Fondo Garanzia Statale Mutui, col quale tali soggetti hanno la possibilità di assicurarsi una garanzia sul mutuo fino al 50% della somma su un massimo di 250000 €.

Agevolazioni prima casa 2018: sono riconfermate?

Concludiamo dicendo che, di fatto, per il 2018 sono state riconfermate tali misure che, come visto, risultano davvero interessanti e possono dare un aiuto concreto a tutti noi. Ora speriamo di aver fatto un po’ chiarezza su questioni così intricate.
Se siete interessati, potrete cominciare a muovere i primi passi per la costruzione di casa vostra!

Richiedi informazioni:





Nome*
Cognome*
CAP*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Agevolazioni costruzione prima casa: cosa c’è da sapere

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *